Non ci sono santi: per Toshiba il 2013 è davvero l’anno del rilancio dopo un biennio in sordina. Se la novità TransferJet ha già catturato la curiosità del mercato, la casa nipponica non se ne sta certo con le mani in mano.

Proprio in questi giorni sono stati scaraventati sul mercato Satellite Z30 e Z30t, due notebook pensati per utenza business, basati su Windows 8.1, dalla dotazione tecnica di ultima generazione e autonomia interessante: per il modello Z30, quello non dotato di display touch, Toshiba dichiara 12 ore di durata, mentre la versione Z30t (touch) arriva a 10 ore.

La linea è davvero “light”, anche se non si tratta di ibridi come quelli che altre case stanno testando: sono apparecchi dal peso di poco superiore a 1 kg, con spessore di 17,9 mm e chassis in magnesio, dotato di display da 13,3’’ con risoluzione di 1.366 x 768 e processori Intel Core Haswell fino a i5 con grafica integrata HD4400: la dotazione di memoria è configurabile fino a 16 GB e, per lo storage, è possibile installare un SSD mSATA fino a 512 GB.

A livello di connettività, nessuna differenza tra i due modelli: entrambi integrano 3 porte USB 3.0, VGA, HDMI, slot SD Card ed Ethernet, oltre alla connettività wireless W-Fi b/g/n, Bluetooth 4 e WiDI. Satellite Z30 e Z30t saranno disponibili in Europa nel quarto trimestre a partire da 799 euro.