Una nuova tecnologia più veloce del Bluetooth e dell’NFC, che consente di scambiare, tra dispositivi compatibili messi vicini uno all’altro, files di grosse dimensioni, problema annoso con il quale la tecnologia si raffronta da tempo: qui un’ora di video in full HD lo si spedisce in una manciata di secondi.

Si tratta di TransferJet, tecnologia che Toshiba aveva già illustrato a grandi linee al CES di Las Vegas all’inizio dell’anno, ma che ora è divenuta realtà: un altro tassello importante per l’azienda dopo il 2012 pieno di ombre.

I vantaggi del TransferJet stanno nel fatto che l’attivazione è facile tanto quanto quella dell’NFC, il consumo di energia è ridotto e la velocità di trasferimento è di circa 7 volte più veloce del WiFi Direct: stiamo parlando di 560 Mbps, ovvero di circa 50 MB al secondo (1 GB in 20 secondi). Ciò che consente a questi prodotti di comunicare senza fili è il chip integrato, che potrebbe essere impiantato in una più ampia gamma di hardware.

Toshiba ha sfruttato il CEATEC di Tokyo di questi giorni per togliere il sipario: la società ha fatto sapere che gli adattatori USB e le memorie SDHC accessoriati di tecnologia TransferJet saranno in vendita da dicembre e costeranno circa 10.000 yen (pari a circa 75 euro).