Il mondo del pear to pear sta cambiando. Finora uno degli standard più usati è stato il .torrent, uno strumento per puntare a un file fisico da scaricare. Adesso si andrà diritti alla fonte. I file torrent, per chi si diletta di pear-to-pear, sono dei puntatori fisici che indicano all’utente le risorse fisicamente presenti in rete da cui scaricare un determinato contenuto. Due anni fa BitTorrent è stato chiuso e Pirate Bay ha subito il primo colpo.

Adesso anche Pirate Bay si prepara a lasciare definitivamente i torrent e a cambiare sistema. L’approdo è verso un lido più protetto, meno esposto alla censura di paesi e gestori di contenuti. Pirate Bay, dalla Svezia, fa sapere che passerà ai Magnet link.

Si tratta di un sistema più leggero e meno tracciabile in rete che consente di indirizzare l’utente verso l’hash della risorsa. In questo modo chi è alla ricerca di un certo contenuto, può effettuarne il download su rete DHT senza passare da una centrale.

Anche solo spiegando il nuovo sistema senza tecnicismi si capisce che si tratta di una rivoluzione nel mondo del pear to pear che da un lato mette al sicuro quelle aziende che prima offrivano i torrent, ma dall’altro assicura agli utenti un processo di download più snello e diretto.