Ci sono dei vecchi trojan che periodicamente tornano all’opera e sono in grado di infettare un gran numero di computer perché non sono legati al sistema operativo. Uno di questi è Milicenso che operava, due anni or sono, a partire dal processo di stampa.

Immaginate di avere una stampante e di usarla per stampare un documento di due pagine, un testo molto breve. In termini di tempo non dovrebbe impegnarvi più di due minuti ma la stampante impazzisce. In pratica si stoppa soltanto quando è finita la carta.

E’ tutta colpa di Milicenso un trojan vecchio di due anni che ogni tanto torna a colpire. In questi giorni sembra sia stato toccato un nuovo picco d’infezioni. A dirlo è la Symantech che ha messo sotto osservazione i computer infetti.

Si trattava di pc presenti negli uffici distribuiti in india, Europa, Sud America e stati Uniti. Le stampanti impazzite continuavano imperterrite a stampare caratteri incomprensibili.

Lo spreco di carta però ed un erroneo processo di stampa sono soltanto gli effetti collaterali di Milicenso che aveva come obiettivo quello di far apparire all’utente del PC una serie di pop up pubblicitari per rendere remunerativo il prodotto malware.

L’antivirus è in grado di localizzare il virus identificandolo come Adware.Eorezo.