Domani sarà disponibile nei negozi Titanfall, sparatutto in prima persona only-multiplayer per PC e Xbox One, sviluppato da Respawn Entertainment, neonato team di sviluppo fondato da Jason West e Vince Zampella, ex responsabili di Infinity Ward, autori della serie Call of Duty.

Per chi non lo sapesse, Titanfall è uno sparatutto fantascientifico dalla duplice natura: il giocatore potrà infatti impersonare il soldato d’élite, velocissimo e capace di saltare da una parete all’altra come un veterano del parkour grazie all’ausilio di un jetpack, oppure decidere di calarsi nei panni decisamente più pesanti – ma potenti – di un titano, una sorta di super robot. All’interno delle ferrose spoglie dell’automa sarà possibile eliminare i soldati semplicemente camminandogli sopra, lanciare potentissimi razzi infuocati dalla manona metallica in stile Iron Man o imbracciare armi dalla capacità di fuoco a dir poco mostruosa.

Visto e considerato che il gioco è previsto su Xbox One, ma anche su Xbox 360 (disponibile dal 25 marzo), in molti utenti si stanno chiedendo se l’esperienza sulla console di “vecchia” generazione sarà di livello inferiore. Il dirigente Microsoft Yusuf Mehdi ha voluto rassicurare i videogiocatori in merito a tale sensazione, dichiarando: “Penso che abbiamo trovato il giusto equilibrio, Titanfall si giocherà alla grande su Xbox 360. Credetemi, siamo entusiasti a riguardo e sarà un’esperienza di prima categoria

Ovviamente il gioco beneficerà di qualche valore aggiunto sulla console next-gen: “Allo stesso tempo, su Xbox One ci saranno alcune caratteristiche extra che lo distingueranno, ma sarà una grande esperienza su 360″. Proprio la presenza di queste caratteristiche extra e le parole fumose del dirigente sembrano confermare le preoccupazioni dei fan.

Ovviamente dal punto di vista grafico Titanfall non si presenterà su Xbox 360 come su Xbox One, ma noi auspichiamo che i modelli poligonali dei Titani rimangano su dei buoni livelli e, soprattutto, che il frame rate rimanga sempre fisso a 60 fps, aspetto molto importante per gli sparatutto multiplayer. Speriamo inoltre che le mappe, la modalità di gioco e il gameplay nel suo complesso vengano confermati in toto, senza tagli non strettamente imputabili ai limiti hardware della vecchia console.

In definitiva, quello che un po’ tutti si aspettano (e sperano) nel porting Xbox One-360 di Titanfall è un downgrade strettamente grafico, mentre il resto verrebbe visto come un gravissimo torto ai circa 80 milioni di possessori di una console Xbox 360 nel mondo. Le ultime dichiarazioni circa l’assenza di alcuni extra, però, non hanno di certo rasserenato gli animi.