Il sistema operativo del colosso di Redmond non è quello più diffuso in assoluto, ma può vantare un’ottima relazione industriale con la società taiwanese HTC che si prepara a lanciare sul mercato due nuovi modelli.Quando è nato Windows 7 la società HTC ha immediatamente pensato a mettere in piedi uno smartphone che potesse affidarsi in tutto e per tutto al nuovo sistema operativo concepito a Redmond. Un OS che non aveva avuto nemmeno il successo sperato.

Per questo Peter Chou, penso, all’epoca, di mettere sul mercato almeno due prototipi che avessero un cuore pulsante Microsoft. Si chiamavano HD7 e Mozart ed il pubblico, in fin dei conti, aveva ottenuto un’impressione positiva da questi strumenti: facili da usare ma anche potenti elaboratori.

Adesso che il sistema operativo è stato aggiornato, il sodalizio Microsoft-HTC si ripropone e sono pronti per il debutto altri due smartphone che richiamano nelle forme i loro predecessori. Si chiamano Titan e Radar.

Il primo dei due, dicono le recensioni più autorevoli, ha un hardware superiore a Radar ed anche un display più grande da 4,7 pollici. Tutto fa pensare che sia destinato d una fascia di mercato più alta.