Brutte notizie per molti utenti di linea fissa TIM che dispongono di un abbonamento ADSL o fibra. L’operatore ha, infatti, comunicato una serie di aumenti tariffari di alcuni abbonamenti. Rincari che in alcuni casi possono superare anche l’euro al mese. Per gli abbonati TIM arriva dunque un maggiore esborso che sicuramente non farà troppo piacere. Tra i profili tariffari coinvolti nella rimodulazione, il cui elenco è contenuto all’interno di una pagina dedicata del sito TIM, si evidenziano “Internet Senza Limiti“, “TIM SMART” e “Internetfibra“.

TIM comunica, comunque, che eventuali promozione in essere non saranno toccate sino alla loro naturale scadenza. Chi, dunque, ha sottoscritto un abbonamento con una formula promozionale, non si vedrà addebitare gli aumenti sino alla conclusione della promozione. I clienti che non intendessero accettare la suddetta variazione, ai sensi dell’art. 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, potranno recedere dal Contratto entro il 31 Luglio 2016, anche passando ad altro operatore, senza costi di disattivazione o penali, inviando una richiesta di recesso scritta e fotocopia del documento di identità, all’indirizzo postale indicato nella Fattura, oppure via fax al numero gratuito 800.000.187.

Dal primo agosto, però, non aumentano solo i costi degli abbonamenti ADSL e fibra. TIM, infatti, ha annunciato altre rimodulazione che costringeranno gli abbonati a mettere ulteriormente mano al portafogli. Per esempio, il costo annuale del servizio di consegna degli elenchi telefonici passerà da 2,50 euro a 3,90 euro all’anno. Chi invece, ha incluso nell’abbonamento internet anche un modem in comodato, dovrà, adesso, pagare 4,90 euro al mese al posto dei precedenti 3,90 euro. Anche in questo caso, però, il rincaro non vale in caso di promozioni e per chi ha incluso un modem in comodato d’uso gratuito.