Ieri, su molti siti internet, anche italiani, in serata abbiamo assistito alla presentazione live del nuovo dispositivo Apple, l’iPhone 5, uno dei prodotti più attesi sul mercato, uno dei prodotti più chiacchierati del web, insomma la solita “sorpresa” dei tecnici di Cupertino.

Sull’iPhone 5, in questi mesi, si sono rincorse molteplici voci, relative alla struttura e alle caratteristiche ma come per ogni prodotto Apple, la suspence è durata fino all’ultimo secondo.

Con una puntualità degna di nota, alle 19 ora locale è salito sul palco Tim Cook. E’ stato lui a presentare la famosa “roba veramente bella” messa a punto dagli eredi di Jobs.

Cook inizia la sua presentazione illustrando in primo luogo i traguardi raggiunti con Mountain Lion, poi passa a spiegare la crescita annuale dell’iPad che sta trainando in un certo senso il movimento di declino dei PC. Poi, alle 19,25, s’inizia a parlare dell’iPhone 5.

Il prodotto è realizzato in vetro e alluminio, è il più sottile e veloce della gamma Apple: 7,6 millimetri, il 18% in meno rispetto al 4S. Quel che colpisce è sicuramente il display e il fatto che sia stata aggiunta una quinta riga di applicazioni sulla schermata.

Più spazio al fine di raccogliere più contenuti. Un po’ come si era visto già con Galaxy S III, One X e Lumia.