Tim Cook coglie tutti di sorpresa e decide di fare coming out: dalle colonne del Businessweek, il CEO Apple rivela di essere gay e per la prima volta affronta pubblicamente una questione che riguarda la sua vita strettamente personale. La sorpresa di questa notizia è dovuta in particolar modo proprio al fatto che Cook fosse sempre stato molto attento a tutelare la sua privacy e che non si sia mai lasciato andare a dichiarazioni di alcun tipo.

Probabilmente non si sentiva ancora pronto ad affrontare questo momento o piuttosto avrà ritenuto che grazie al suo coming out avrebbe potuto essere di aiuto in qualche modo alla lotta contro le discriminazioni sessuali. Stati di fatto che il CEO Apple ha scritto personalmente un articolo su Businessweek, che suona più come una sorta di lettera a cuore aperto, in cui oltre a rivelare la sua omosessualità e a considerarla come uno dei più grandi doni che Dio gli abbia dato, si dice onorato e fortunato di far parte di un’azienda come la Apple: “Per anni sono stato aperto con molte persone sul mio orientamento sessuale. Tanti colleghi in Apple sanno che sono gay e non sembra fare nessuna differenza nel modo in cui mi trattano. Certo, ho avuto la fortuna di lavorare in un’azienda che ama la creatività e l’innovazione e sa che possono crescere solo quando accogli le diversità tra le persone. Non tutti sono così fortunati“.

Essere gay per Cook è stato davvero un dono: gli ha permesso di avere una più profonda comprensione di ciò che significa essere in minoranza e gli ha fornito “una finestra sulle sfide che le persone in altri gruppi di minoranza fanno tutti i giorni“. Ma non solo. Essere gay lo ha aiutato a fortificare la propria pelle, cosa di non poco conto quando si ricopre un incarico di prestigio all’interno di un’azienda come Apple: “Pur non avendo mai negato la mia sessualità, non l’ho mai neanche riconosciuta pubblicamente. Ho sempre cercato di conservare un livello elementare di privacy. Apple è già una delle società più esaminate del mondo e ci tengo a mantenere l’attenzione sui nostri prodotti e sulle cose incredibili che i nostri clienti riescono a farci“.

photo credit: igrec via photopin cc