La cabina telefonica – nata intorno al 1910 per rendere la comunicazione pubblica più fruibile – è un elemento sempre meno presente nelle città contemporanee, quasi una rarità (in Italia ne sono rimaste 20mila). C’è però un ritorno: si tratta delle cabine intelligenti di TIM: le Tim City Link.

La prima cabina intelligente in Italia è stata installata a Firenze, appunto da TIM, e realizzata in collaborazione con Ericsson. “Intelligente” perché non dispone semplicemente di un telefono come il suo predecessore, ma offre  all’utente diverse soluzioni hi-tech: pannello touch screen che permette sempre di effettuare chiamate telefoniche, ma anche navigare gratis sul web (al massimo per uno’ora con velocità da fibra ottica) per ottenere informazioni sulla città e di rilievo pubblico. Tramite l’app Tim City Link è inoltre possibile connettersi alla rete wi-fi del totem tramite il proprio device.

La prima cabina smart italiana è stata posizionata in piazza Beccaria, vicino al centro storico fiorentino. Alta 2 metri e di colore blu (colore istituzionale di TIM) con tanto di logo TIM in alto, la cabina hi-tech presenta un design molto moderno ed elegante.

Molto utile per i turisti, grazie a questa cabina si potrà avere info sulla disponibilità dei taxi in zona, sui trasporti pubblici e sapere tutto ciò che accade a Firenze, come eventi o manifestazioni culturali. Gratuite le chiamate al centralino comunale o per prenotare i taxi. Nell’era dei social, non manca la possibilità di fare un tweet o pubblicare un post su Facebook. Presente anche un tasto SOS per chiamate di emergenza al numero unico 112.

Smartphone scarico? Nessun problema: nel Tim City Link si potrà ricaricare i device tramite apposite prese elettriche. Avranno un ruolo importante anche per quanto riguarda la sicurezza cittadina grazie ad un sistema di gestione dei servizi di videosorveglianza. Il Tim City Link esordisce a Firenze ma, fa sapere TIM, arriverà in futuro anche nelle altre città italiane.