Effettuare un test di una linea ADSL non è complesso, anzi è decisamente molto semplice in quanto sono disponibili moltissimi tool che consentono di farlo e di ottenere report affidabili e precisi. Questi strumenti si dividono in due categorie: programmi web che si eseguono direttamente dal browser e programmi veri e propri da installare sul computer. La prima soluzione, quella delle web app, è generalmente la preferita, sia per la sua maggiore facilità d’utilizzo ma anche soprattutto per l’abbondanza di opportunità presenti su internet. Programmi veri e propri, affidabili, da installare sul computer per rilevare le prestazioni delle linee ADSL sono invece rari e non tutti davvero precisi salvo alcuni casi specifici.

Test ADSL: perché effettuarli

Effettuare un test di connessione ADSL non è un gioco o una gara per dimostrare di avere una linea più veloce dell’amico ma in realtà può essere un valido strumento per tenere sotto controllo lo stato di salute della linea. Forti discrepanze rispetto ai valori standard della linea possono infatti essere il sintomo di qualche problema su cui il provider può e deve intervenire. Inoltre, i moderni sistemi di verifica delle connessioni ADSL analizzano non solo le prestazioni velocistiche ma anche latenza, stabilità, pacchetti persi e tanto altro. Insomma, molti test possono servire per effettuare un checkup della propria ADSL.

Test ADSL: come effettuare le analisi

Indipendentemente dalla soluzione scelta, per effettuare correttamente un test di velocità della propria linea ADSL è necessario seguire poche ma precise regole. La prima, probabilmente la più importante, è quella di effettuare i test a linea scarica, cioè senza che non sia impegna in qualche operazione. Un test di velocità non va infatti mai fatto mentre qualcuno sta navigando o scaricando qualcosa dalla rete. Inoltre, è sempre bene scegliere servizi che abbiano dietro di loro risorse di rete importanti e che offrano server dislocati in Italia. Ha infatti molta poca utilità effettuare un test di connessione su server dislocati in Australia e pure dotati di poca banda.

Infine, è consigliabile effettuare le prove da computer connessi via cavo al router piuttosto che via WiFi. Il wireless, in alcuni casi, non permette di ottenere le massime prestazioni della linea ADSL.

Test ADSL: i programmi sul web

Su internet esistono moltissimi servizi che offrono la possibilità di effettuare verifiche dello stato di salute di una linea ADSL. Tutti quanti utilizzabili direttamente dal browser, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato. Come unico requisito, possono richiedere la presenza di Flash Player o di Java sul computer.

Tra i più noti c’è sicuramente Speedtest.net che consente di scegliere tra moltissimi server sparsi in tutto il mondo. Decisamente affidabile, Speedtest.net permette di misurare non solo la velocità della linea ma anche la sua latenza. Inoltre, registrandosi è possibile archiviare tutti i risultati per ottenere nel tempo uno storico delle prestazioni della linea.

Tra gli altri servizi web di verifica della linea ADSL molto validi si menzionano “NGI Line Quality” o il test di navigazione offerto da Telecom Italia o quello similare offerto da Vodafone.

Test ADSL: programmi per computer

Per testare un servizio di connettività ADSL esiste uno strumento software messo a disposizione niente di meno che dall’AGCOM. Trattasi di Ne.Me.Sys., uno programma che avvia una completa serie di test che alla fine consentiranno agli utenti di ottenere una completa panoramica dello stato di salute della linea internet. Ne.Me.Sys., rispetto a qualsiasi altra soluzione analoga possiede un importante e fondamentale vantaggio: i risultati sono, infatti, tutti certificati ed hanno quindi valore legale. Gli utenti potranno utilizzare questi test come prova in eventuali dispute con i rispettivi operatori.

Il test effettuato attraverso Ne.Me.Sys. richiede comunque un po’ di pazienza in quanto la durata delle misurazioni è di ben 24 ore, ma proprio quest’accuratezza consente di ottenere l’importante certificazione dei risultati.

Fonte immagine: VVox