Telegram, il servizio di messaggistica istantanea più temuto dall’acerrimo rivale Whatsapp, aggiorna la sua applicazione; la versione Beta 3.7 introduce molte interessanti novità.

Da un precedente limite di 1000, i gruppi Telegram potranno avere fino a 5000 utenti, contro i soli 256 di Whatsapp. Inoltre si potranno convertire in ogni momento semplici gruppi in supergruppi, una soluzione pensata per grandi community.

La differenza tra i due gruppi è semplice ma essenziale: un supergruppo, oltre ad ospitare fino a 5000 utenti grazie al nuovo aggiornamento, mostra sempre la cronologia completa di chat ad ogni utente, anche a colui che è appena arrivato. Con la presenza dei moderatori, inoltre, un messaggio cancellato da un membro dello staff del supergruppo verrà eliminato da tutti i dispositivi di tutti gli utenti facenti parte della community.

L’altro aggiornamento riguarda sempre la gestione del supergruppo, che aumentando di capacità avrà bisogno di una maggiore gestione: i supergruppi potranno essere resi pubblici dagli amministratori degli stessi, generando un link e permettendo a chiunque lo abbia di partecipare alla conversazione. Si potranno anche fissare i messaggi più importanti, funzione sempre disponibile solo agli admin, rendendoli più visibili e non farli perdere nella lunga cronologia di chat. L’ultima novità di Telegram riguarda la gestione degli utenti: in community così numerose non è strano poter trovare qualcuno che non rispetta le regole del gruppo. In questo caso l’amministratore potrà bloccare o bannare (escludere dal gruppo) chiunque infastidisca o posti materiale non conforme alle norme della community: così facendo, ogni messaggio dell’utente bannato verrà cancellato dalla cronologia di chat.

Anche gli utenti potranno aiutare i moderatori, segnalando i messaggi a seconda dei contenuti proibiti, che si suddividono in pornografia, violenza, spam ed altro. Nessuna novità riguardante le emoji, invece, ma adesso  si potrà scegliere se svuotare la cronologia delle “faccine” utilizzate recentemente. Non resta che provare la nuova Beta 3.7 di Telegram e testare le nuove funzionalità.