Facebook ha un problema con la pubblicità, soprattutto adesso che il social network è raggiunto soprattutto da dispositivi mobile. Gli investitori si sono lamentati molto del calo dei profitti derivanti da Facebook e l’azienda di Menlo Park sta studiando qualche soluzione. 

Le catene che si occupano della distribuzione commerciale dei prodotti, potranno far sì che sulle pagine Facebook del loro brand compaia presto il tasto want. E’ questa l’ultima trovata dell’azienda di Menlo Park per accontentare le aziende disposte ad investire nel social network blu.

La considerazione espressa dai vertici di Facebook è la seguente:

Abbiamo capito che le aziende usano spesso le loro pagine per condividere informazioni sui prodotti, in particolare attraverso gli album fotografici. Collections permetterà agli utenti di condividere i propri prodotti preferiti per poi acquistarli fuori dal nostro sito.

Il nuovo sistema, che per l’appunto si chiama Collections, funziona in questo modo: le catene di distribuzione potranno introdurre il tasto “want” nei post dei prodotti che condividono sulle pagine Facebook. Gli utenti, cliccando sul tasto, vanno a creare una lista di desideri, un elenco di prodotti che vorrebbero acquistare.

A quel punto possono “finalizzare” l’acquisto spostandosi su un’altra piattaforma direttamente collegata a Collections. Si apre la strada a delle strenue campagne di click-marketing.