Youtube cambia volto, Google è ancora in fase di modifica dei suoi servizi che sono sempre più orientati alla tutela della privacy, tema caro agli utenti della rete che non fanno altro che restare connessi nella speranza che i dati forniti su internet restino riservati.

Google ha deciso di premiare i suoi utenti che hanno avuto fiducia nei sistemi di gestione della privacy offerti dal colosso di Mountain View. Come? Modificando un po’ il funzionamento di YouTube.

Adesso, infatti, non ci saranno più le etichette che descrivono i video caricati dagli utenti sulla piattaforma. I video potranno quindi essere identificati soltanto a partire dalla categorie di appartenenza che sono suggerite in fase di upload.

Questo non significa che non ci saranno proprio più i tag ma che semplicemente ci saranno ma ben nascosti. A precisare la questione ci ha pensato Google che con un tweet e poi con un comunicato ufficiale ha spiegato:

Abbiamo reso i tag privati. Per favore, continuate a fornirli al momento dell’upload. Il pubblico non li usa e altri ne abusano.

Quindi da un lato la volontà di rendere più libera la fruizione dei video, dall’altra la volontà di smascherare i bari, quelli che abusano dei tag per rendere visibili anche contenuti non proprio accettati dalla community.