Ieri ho visitato il talent garden (con la minuscola) di Milano, il primo spazio fisico dedicato a innovatori e creativi nato sotto la Madunina grazie a una collaborazione con Startup Business, network fondato sei anni fa da Emil Abirascid per promuovere l’ecosistema delle startup nostrane (qui sopra il team di YooDeal al lavoro).

Come potete intuire dalle foto, il “giardino” è ancora in fase di costruzione. Verrà aperto al pubblico il prossimo lunedì, ma non ci sarà una vera e propria inaugurazione. Si partirà semplicemente con le merende degli innovativi, cioè una specie di networking a porte più o meno aperte fra quelle persone che hanno scelto di riservare una scrivania in loco. Più gli amici, fra cui ci saranno molti dei volti di Startuppami, in procinto di traslocare l’evento mensile in via Merano 18.

Tag è nato a Brescia lo scorso anno per volontà di Davide Dattoli. L’idea era quella di creare uno spazio di lavoro condiviso fra persone con interessi connessi, in modo da stimolare l’altrui creatività vicendevolmente. Soprattutto grazie a interminabili sfide a calcio balilla (notate l’extrasize nella foto). Mens sana in corpore sano dicevano gli antichi, no?

Oggi si inaugura Tag a Padova. Milano sarà la quinta città del network che si sta sviluppando come una sorta di franchising. Del gruppo fanno parte anche Torino e Bergamo. Speriamo arrivi Roma presto, ma la faccenda pare essere complessa. L’obiettivo del 2013, mi ha confessato Davide, è aprire a New York, per offrire un ponte ai tagger italiani. Ogni iscritto infatti può muoversi fra un tag e l’altro.

Prezzi e modalità di accesso li trovate sul sito. Tag applica infatti una “selezione all’ingresso” per assicurare che i propri locali siano frequentati da persone con lo spirito giusto. Quanto ai prezzi, sono più che abbordabili (una postazione fissa 7/24 costa 250 euro al mese) però credo che dovrebbero attivare un pacchetto più smart tipo 2-3 giorni alla settimana a 100 euro per chi vuole far parte del mondo tag, ma non ha interesse o non può permettersi una postazione fissa.