I tablet per molti professionisti sono degli strumenti di lavoro. Chi ama la tecnologia sa quanto sia difficile ed oneroso star dietro a tutte le novità nel campo delle telecomunicazioni.

Qualche volta però, la soluzione per soddisfare curiosità e necessità è molto economica.Esistono infatti dei dispositivi pensati per raggiungere una platea più ampia di quella dei “soliti” professionisti. Si tratta dei tablet low cost.

Uno tra tutti, l’EM7A che fa di Android la sua struttura portante, rigorosamente open source.

Il tablet PC è una moda, questo è il punto di partenza degli sviluppatori del’EM7A che fanno capo all’azienda Ekoore. Al suo interno è stato montato un centro pulsante: Android 2.1.

A livello hardware è molto interessante la presenza dell’ingresso USB 2.0 per collegare pennette e visualizzare contenuti multipli, e la presenza dello spazio per l’inserimento delle microSD su cui spesso si memorizzano video e foto.

Il tablet EM7A ha anche una fotocamera frontale che oltre a scattare foto può essere usata per le video chat.

Unica nota negativa riportata da chi ha testato lo strumento è il touchscreen che risulta poco preciso e con una reattività un po’ al di sotto della media.

Il prezzo di questi dispositivi, le cui schede tecniche sono sul sito ufficiale dell’Ekoore, è ancora molto contenuto.