Anche Swatch avrà il suo smartwatch anche se non prima del 2018. Non si tratta di un’indiscrezione in quanto il CEO della società Nick Hayek ha dichiarato a Bloomberg che la Swatch intende entrare nel mercato degli orologi intelligenti dopo alcuni anni di studio e di valutazioni. Tuttavia, questo futuro prodotto si differenzierà in maniera importante rispetto agli attuali prodotti che popolano il mercato degli smartwatch.

Il futuro orologio intelligente della Swatch, infatti, disporrà di un sistema operativo proprietario e non adotterà, invece, Android Wear 2.0. Il progetta della società svizzera, inoltre, poggia su alcuni pilastri molto importanti. Innanzitutto, grande priorità sarà data all’autonomia dell’orologio, oggi vero tallone d’achille di tutti gli smartwatch. Inoltre dovrà essere compatibile con tutti i dispositivi che popolano il mondo mobile. Non solo smartphone Android o iOS ma entrambi e forse anche con altre piattaforme.

Orologio che dovrebbe disporre anche di un chip proprietario Bluetooth in grado di garantire bassi consumi energetici. Infine, lo smartwatch di Swatch dovrebbe offrire un alto grado di protezione dei dati personali degli utenti. Tutti gli oggetti connessi, infatti, orologi smart compresi, devono prestare molta attenzione verso questo aspetto e la società svizzera non vuole lasciare nulla al caso.

Il sistema operativo non sarà chiuso in quanto potrà essere venduto in licenza da chi ne farà richiesta. Il CEO della Swatch al riguardo ha già dichiarato di aver ricevuto molte richieste proprio in tal senso.