Swatch ha annunciato di essere al lavoro su un orologio per i pagamenti mobili che verrà lanciato in collaborazione con le banche cinesi. Secondo quanto riportato da Bloomberg, questo nuovo dispositivo permetterà agli utenti di fare acquisti attraverso un terminale POS grazie ad un chip NFC incorporato sotto al quadrante.

L’orologio, denominato Swatch Bellamy, sarà lanciato sul mercato cinese nel gennaio 2016 al prezzo di 580 yaun (circa 80 euro), mentre le versioni per Europa e Stati Uniti arriveranno in un secondo momento. La soluzione studiata da Swatch non è però particolarmente innovativa e potrebbe quindi non ottenere il successo commerciale sperato: è possibile acquistare un semplice orologio da polso e attaccare un adesivo NFC che molte banche offrono ai suoi utenti (anche se molti non lo sanno).

Durante l’annuncio, il CEO di Swatch Nick Hayek ha ammesso che si tratta di una rottura con la tradizione del colosso dell’orologiera, che solitamente lancia i suoi orologi nel suo paese, la Svizzera. Si tratta tuttavia di una scelta obbligata, dettata dal fatto che le banche svizzere si stanno adattando troppo lentamente alla tecnologia dei pagamenti mobili.

Dopo Apple Pay, Samsung Pay e il vociferato sistema G Pay di LG, ora anche Swatch sembra voler dire la sua nell’emergente mercato de mobile payment, anche se per ora solo con un tradizionale orologio da polso con un chip NFC incorporato.