Avete in mente un’idea geniale per un’applicazione mobile ma non sapete da dove cominciare? Siete degli sviluppatori con poco tempo a disposizione?  Niente paura, potete farvi un giro su Chupamobile, un market place dove potete acquistare componenti per applicazioni iOS e Android già pronti, a voi resta la possibilità di customizzare il componente in base all’idea che avete in mente.

Ho avuto il piacere di conoscere i due fondatori, Paolo De Santis e Stefano Argiolas che si sono prestati a rispondere alle mie domande.

Come vi è venuta l’idea di questo marketplace per le app mobile? Siete stati forse ispirati dal marketplace per le API Mashape? O più da Theme Forest?

Ti ringraziamo per il tempo che ci stai dedicando, Chupamobile è un community MarketPlace dove i Mobile Developer comprano e vendono componenti e codici sorgenti da utilizzare per la produzione di Mobile Apps, o come lo definiamo per semplicità un App Store per il mobile development.

L’idea nasce da una nostra personale esperienza, infatti prima di lanciare Chupamobile abbiamo gestito per anni una Digital Agency che si è occupata dello sviluppo si soluzioni multimediali per grandi Brand come Nike, Nokia, Telecom, Ducati, Renault ecc, e spesso ci siamo scontrati con richieste, da parte di nostri clienti, di sviluppi a budget ridotti e dead-line decisamente brevi.

Per questo ci siamo scontrati con la necessità di trovare soluzioni che potessero in qualche modo velocizzare lo sviluppo mantenendo comunque i costi contenuti. Abbiamo iniziato quindi ad organizzare in librerie i nostri codici sorgenti, in modo da poter esse riutilizzati per più progetti. Da li a Chupamobile il passo è stato breve! Theme Forest è sicuramente stato fonte di ispirazione e un modello di riferimento per quello che stavamo per fare, ma ogni mercato ha delle dinamiche e dei protagonisti diversi che devono essere quindi approcciati in modo diverso.

Sviluppare un’app è abbastanza costoso, invece sulla vostra piattaforma si trovano componenti o vere e proprie app a prezzi bassi, immagino quindi che gli sviluppatori tendano a puntare sulla quantità dei singoli componenti/app. Quante volte viene venduto in media un componente?

I nostri componenti fanno risparmiare più del 90% del tempo ad uno sviluppatore e il nostro catalogo offre ampie varietà di scelta, da semplici componenti da integrare all’interno di applicazioni, a full application facilmente customizzzabili e perfino giochi completi pronti per essere pubblicati sugli App Store. I developer sono molto più attenti alla qualità dei codici piuttosto che alla quantità, e proprio per questo i nostri codici prima di essere pubblicati subiscono un processo di review per garantirne la qualità. I nostri autori inoltre forniscono un servizio di supporto ai buyer per aiutarli in eventuali problematiche riscontrate o per possibili integrazioni.

Il numero di volte che un componente viene venduto naturalmente dipende da diversi fattori, qualità, utilità, complessità del codice, prezzo, passiamo quindi da codici sorgenti venduti centinaia di volte a codici venduti decine di volte.

Quali sono i codici più venduti?

Games: giochi completi, con integrate diverse funzionalità come in app purchase, piattaforme di advertising, multiplayer pronti per essere personalizzati e pubblicati sugli App Store.
Di solito i clienti acquistano questo genere di prodotti per accedere ad una serie di funzionalità (la fisica degli oggetti, integrazione di ADV …) per essere riutilizzati in diversi progetti e poi venduti a clienti 3rd party o semplicemente per modificare l’interfaccia utente, il codice e rilasciare il gioco per gli store(AppStore, Google Play).

Full Application: di solito acquistate per avere un app che può essere facilmente personalizzata e venduta a clienti 3rd party, uno dei prodotti Chupamobile più venduti è Restaurant App che consente al developer di personalizzare in poco tempo il template e di rivenderlo a clienti del settore Food & Beverage).

Audio e Video Player: a volte lo streaming di un canale radio non è così facile, diversi protocolli o codec differenti (wma, mms …), su Chupamobile abbiamo diversi prodotti da poter essere acquistati e modificati e integrati in pochi minuti.

Non si rischia di mettere in commercio app tutte uguali?

Il nostro target di riferimento è ben definito, i mobile developer, che accedono a codici sorgenti totalmente customizzabili. Ogni developer quindi modifica il codice secondo le proprie esigenze rendendo il progetto finale unico. Attualmente moltissime applicazioni pubblicate sugli App Store presentano già stesse strutture e funzionalità, basta pensare allo sharing sui social network piuttosto che alle integrazioni di mappe o altre utilities, che quindi diventano necessità comuni e che possono essere integrate con pochi minuti utilizzando codici già sviluppati.