A fine ottobre, al Future Decoded di Londra, Microsoft annuncerà il Surface Pro LTE, banalmente la declinazione con connettività dati del suo attuale ibrido Windows 10. Sebbene l’annuncio sia previsto solamente tra circa un mese, ad Ignite 2017, appuntamento dedicato al mondo Enterprise, la casa di Redmond ha fornito molti dettagli sull’arrivo di questo prodotto.

Innanzitutto, sarà in vendita dal primo dicembre anche se non è ancora chiaro in quali mercati. Le varianti LTE saranno due, entrambe con processore Intel Core i5, ma una con 4GB di RAM e 128GB di SSD e la seconda con 8GB di RAM e 256GB di SSD. Ignoti ancora i prezzi che, però, dovrebbero essere superiori rispetto alle omologhe varianti con la sola connettività WiFi.

Per quanto riguarda l’integrazione del supporto LTE, Microsoft ha utilizzato il modem Qualcomm Snapdragon X16 che dovrebbe permettere di raggiungere velocità teoriche sino a 450Mbps. Per garantire queste prestazioni, la casa di Redmond ha inserito nel dispositivo ben 7 antenne che dovrebbero garantire una migliore qualità del segnale. Il modem è stato integrato direttamente nella scheda madre ed il Surface Pro è stato ottimizzato per gestire al meglio questo nuovo supporto.

Per quanto riguarda l’autonomia, aspetto critico per tutti i dispositivi dotati di connettività dati, Microsoft garantisce che l’autonomia nella riproduzione dei video è identica a quella del modello solo WiFi.

Nel caso di utilizzo della sola connettività LTE, l’autonomia raggiunge il 90% di quella offerta dall’attuale modello. Il Surface Pro LTE dispone di E-SIM e quindi è un prodotto universale, cioè compatibile con molti degli operatori di tutto il mondo.

Tutti i pochi, rimanenti dettagli saranno svelati al momento della sua presentazione ufficiale.