Surface Pro 3 – equipaggiato con Haswell di Intel – potrebbe apparire il 20 maggio a New York: tuttavia, i rumor che avevano dato una sostanziale conferma della sua esistenza sono del tutto infondati. Quella di Microsoft potrebbe essere soltanto una strategia, ma il bug apparso sul supporto tecnico per Windows che indicava una Surface 3 Camera è giusto un refuso. Queste sono le dichiarazioni ufficiali dell’azienda, che comunque invita tutti gli interessati a partecipare all’evento sul web dalle cinque del pomeriggio di martedì.

Uno, due o tre nuovi Surface? I dubbi aumentano, a ridosso della conferenza stampa di Microsoft: ridurre le dimensioni del tablet su Windows RT potrebbe essere una strategia vincente – posizionandosi nel segmento di Nexus 7 – a patto di ridurne il prezzo. Un Surface Pro 3 potrebbe essere intrigante (e personalmente lo acquisterei) nel riproporre il menù Start sul sistema operativo e migliorare un hardware già all’avanguardia. Quanto sono realistiche le indiscrezioni? È molto difficile a dirsi, però non dovremo attendere granché.

Surface Mini è la sorpresa più probabile, specie considerando l’invito che Microsoft ha inviato ai giornalisti che citava espressamente un evento «small». Troppo presto perché il dispositivo sia prodotto da Nokia, quindi non dovrebbe comparire la nuova dicitura di Microsoft Mobile: dopo il FAIL di partenza con Windows RT, la gamma dei Surface è diventata molto più appetibile e non vedrei male un’estensione dei prodotti al segmento degli All-In-One. Questo è un mio auspicio estemporaneo, ma potrebbe accadere di tutto a New York.

photo credit: Jason A. Howie via photopin cc