Esiste una particolare classifica che ordina i computer in base alla loro potenza ed estrapola il nome del super computer, quello cioè in grado di processare il maggior numero di informazioni contemporaneamente.È stato creato in Giappone, il suo nome è “K ed è il super computer in grado di effettuare il maggior numero di operazioni contemporaneamente al mondo. Oltre a risolvere le equazioni, questo strumento è utile a chi lavora nel settore scientifico, o si occupa di biologia, astrofisica o altro.

In realtà la ricerca scientifica, la biologia e l’astrofisica sono proprio le “materie preferite” di K. A dirlo non sono i costruttori del super computer ma una particolare classifica elaborata dagli esperti del progetto TOP500.

Due volte l’anno i curatori del progetto individuano i 500 computer più potenti del mondo. Chiaramente essere a conoscenza di questa lista vuol dire dare la possibilità ai ricercatori e agli esperti di conoscere lo stato dello sviluppo tecnologico, valutando le tendenze nello sviluppo dei computer.

Le università e gli istituti di ricerca, ma anche le industrie private usano questi strumenti per svolgere le attività più diverse. Il sostrato tecnico che sostiene il super computer è fatto da oltre 88 mila processori CPU Fujitsu SPAC6a Vlllfx 2.0 Ghz da 8 core.