Usare Twitter può essere anche molto più semplice che usare Facebook anche se molte persone usano tutti i social network alla stessa maniera, anzi spesso hanno anche gli account collegati. 

Chi si avvicina per la prima volta a Twitter, deve sapere però che ci sono delle piccole regole da rispettare per far sì che i proprio post siano “seguiti” oppure s’inseriscano in dibattiti e discussioni più ampie.

Discussioni di fa per dire visto che la risposta ad un tweet di 140 caratteri, non ne contiene mai più di 100 tra citazioni e temi di riferimento. Qualcuno dice che postare un pensiero su Twitter, equivalga a parlare da soli, visto che in 100 caratteri o poco più non si riesce a generare un contraddittorio.

Ma facciamo un piccolo passo indietro. Abbiamo parlato di “citazioni” e “temi di riferimento”. La citazione è quella che si fa inserendo una chiocciolina, “@” e il nome dell’account che si vuole chiamare in causa. Il tema di riferimento, usato anche per inserirsi in una discussione più ampia, è l’hashtag, quello preceduto dal famoso cancelletto “#”.

Se tante persone parlano dello stesso argomento usando il medesimo hashtag, allora quel tema può diventare un trend topic, detto anche “tt”, una tendenza che appare nell’elenco di sinistra quando si accede alla piattaforma.