Tumblr è cresciuto con la convinzione, da parte degli utenti della rete, che si trattasse di roba da fighetti, almeno stando a quanto raccontano oggi i veterani della piattaforma. Oggi, invece ha un successo più che discreto. 

Tumblr è una piattaforma per blog che nasce nel 2007 ma per tre anni circa vive completamente nell’underground della rete, soprattutto per la sua caratterizzazione della prima ora. Su Tumblr, infatti, la maggior parte degli account erano dedicati a materiale pornografico.

SeoBook.com che oggi si occupa di statistiche riferite al web, dice che 14 su 20 chiavi di ricerca su Tumblr, sono ancora associate a contenuti per adulti, quindi pornografici. Poi c’è da dire che il 42% dei post presenti sulla piattaforma sono fotografici.

Forse è proprio la potenza delle icone che ne ha decretato lo sviluppo e l’incremento, visto che nel 2010 si è registrato un aumento degli account del 900 per cento. Oggi la piattaforma fa segnare circa 14 miliardi di visualizzazioni al mese più di quanto sono in grado di fare Twitter e Wikipedia.

I post giornalieri sono 42 milioni, caricati da circa 36 milioni di utenti, il che vuol dire che Tumblr “colleziona” 13,5 miliardi circa di contenuti.

L’idea di Tumblr è di David Karp, un ragazzo di 19 anni che ha iniziato tutta la sua avventura senza saper scrivere ma con buone idee nel cassetto.