L’eco del lavoro di Steve Jobs sta andando lentamente sparendo insieme al declino di Apple. È dalla morte del buon Steve che l’azienda non produce più nulla di wow. Nella sua vita Jobs ha fatto molte cose che normalmente la gente riassume in Apple, dimenticandosi di Pixar e NeXT (guardatevi il video della seconda startup di Jobs), della rivoluzione della musica digitale e di mille piccole altre rivoluzioni che Jobs ha realizzato con i proprio prodotti. Ma chi era davvero Steve Jobs?
Il buon Steve non era un genio. O meglio, non era un genio secondo i canoni con i quali vorremmo catalogare il genio nel mondo dell’impresa. Era sicuramente un visionario e la sua miglior caratteristica era il suo principale difetto: una visione distorta della realtà. Che ci fosse o ci facesse pare che nessuno l’abbia mai capito, ma probabilmente anche voi avete amici che vi fanno credere di prendervi per il culo. Non è così: vivono nel loro mondo e piano piano cominciate a volergli bene per quello che sono.
Ora immaginate di aver lavorato per anni a un progetto e la sera prima della presentazione il capo vi chiami per dirvi che fa schifo e che dovete passare la notte a rifare diverse cose. Follia? Poi la mattina dopo, prima della presentazione, ecco che il capo vi raduna per firmare il prodotto. Dall’interno. Perché voi ne ne siete parte. Sono alcune delle follie raccontate in Steve Jobs di Walter Isaacson, il biografo che l’ex CEO di Apple si era scelto e a cui aveva dato carta bianca. Un libro in cui emergono pregi e difetti del buon Steve. Prima di rivedere una persona così temo che dovremo aspettare parecchio: il successore di Steve Jobs abbiamo già provato a individuarlo senza successo.
Su Jobs a breve uscirà un film, ma c’è n’è uno paradossalmente più realistico girato da Funny or Die (sito di video umoristici) e di cui sotto vedete il trailer. Potete vedere il film in streaming sul sito di FunnyOrDie. Ne ho visto solo una parte e penso che durante il week vedrò tutto il film perché quello che ho visto merita davvero. Non è solo divertente, è pure fatto bene.