Steve Jobs è morto a 56 anni. Lo scorso 25 agosto aveva dato le sue dimissioni da amministratore delegato della Apple,
Intorno alle ore 2 italiane, è arrivata la notizia. Steve Jobs era malato da anni ma questo non gli ha impedito di lavorare “sodo” e riportare la Apple ai massimi splendori, grazie alle sue idee a volte considerate “folli”.

Il messaggio sul sito della Apple dice:

«Apple perde un genio creativo e visionario, e il mondo ha perso un formidabile essere umano, . Quelli di noi che hanno avuto la fortuna di conoscerlo abbastanza e di lavorare con lui hanno perso un caro amico e un mentore ispiratore. Steve lascia una società che solo lui avrebbe potuto costruire e il suo spirito sarà sempre il fondamento di Apple».

Steve era uno tra i più grandi innovatori americani, e noi siamo rattristati dalla notizia della sua morte, queste le dichiarazioni del presidente Barack Obama.

Tim Cook, erede di Jobs ora si trova solo, Jobs lascia un vuoto tra i suoi collaboratori, come tra i milioni di fans.

Steve aveva una personalità forte, si dice fosse un “tiranno” con i suoi stretti collaboratori, un uomo capace di lavorare per giorni interi senza stancarsi mai per riuscire a portare avanti un progetto, ed è riuscito regalandoci i suoi grandi prodotti della Apple che tutti invidiano, prodotti frutto del suo genio e della sua filosofia di vita.

Proprio ieri si è tenuta la presentazione del nuovo iPhone 4S, creatura voluta fortemente da Jobs, e “forse” non è stato presentato il nuovo iPhone 5 per “rispetto” della situazione grave di salute in cui versava Steve Jobs.

Steve era la Apple, e la Apple era Steve, non credo che ci sarà mai più una figura cosi carismatica ai vertici della MELA.
Anche Google nella sua HomePage rende tributo a questo grande uomo.

Steve ci mancherai ovunque tu sia.