Valve ha pubblicato un bando per gli sviluppatori che intendessero partecipare agli Steam Dev Days — un evento annuale che, il 15 e 16 gennaio prossimi a Seattle, mostrerà la nuova piattaforma basata su Linux. Il programma è sviluppato in tre punti: sarà l’occasione di vedere le Steam Machines, Steam OS e soprattutto un misterioso progetto legato alla realtà virtuale su cui non abbiamo ancora molti dettagli. Indubbiamente, l’interesse cresciuto attorno a device come Oculus Rift ha attratto l’attenzione dei progettisti di Valve.

Mentre le console sono state distribuite ad alcuni beta tester, Valve proporrà una serie d’interventi dedicati allo sviluppo di videogiochi con Linux: tuttora Steam OS non è disponibile al download, ma sono pronto a scommettere che la distribuzione sia una derivata di Ubuntu e – perché l’intero ecosistema abbia successo – è necessario che i programmatori migrino da Windows. Gli Steam Dev Days giocheranno un ruolo strategico in quest’opera di coinvolgimento che, comunque, ha già ottenuto un discreto risultato tra gli sviluppatori.

L’unico dispositivo del quale sappiamo qualcosa è lo Steam Controller che personalmente considero un accessorio davvero intrigante. L’effettiva usabilità dei giochi e di tutti i servizi per l’intrattenimento domestico dipenderà dal gamepad: durante la due-giorni di conferenze, una sessione sarà dedicata proprio al controller e all’integrazione delle funzionalità nei giochi. In questi giorni gli sguardi sono rivolti all’uscita di PlayStation 4 e Xbox One, ma per quanto mi riguarda sono più ansioso di conoscere le Steam Machines.