Startup Weekend, un evento partito nel 2007 in Colorado e curato da un’organizzazione no profit di Seattle, tornerà a Roma il prossimo 18 ottobre: i partecipanti hanno cinquantaquattro ore – distribuite su tre giorni – per organizzarsi in gruppi di lavoro e avviare la propria idea d’impresa. La manifestazione si terrà nello stesso fine settimana in altre location sparse per il mondo. È un’ottima opportunità per capire se il modello delle startup è quello più giusto per il proprio business e, soprattutto, se le idee sono valide.

Mi piacerebbe proprio mettermi alla prova a un evento del genere. Tre giorni sembrano tanti, ma non lo sono affatto: entro la domenica dev’essere tutto pronto – dal codice al pitch – e valutato dagli investitori. Il tempo per decidere se il cloud computing sia troppo costoso, ad esempio, è limitato e un’infrastruttura “imbastita” in due giorni non può essere troppo quickndirty perché gli esperti cui sottoporla sono abituati a finanziare dei progetti concepiti nel minimo dettaglio in settimane, laddove non fossero persino mesi.

Lo Startup Weekend è arrivato in Italia qualche anno fa e, oltre all’evento di Roma, è prevista un’altra tappa a Torino per questo fine settimana. Non sapete da dove iniziare? Spesso, un’idea stupida potrebbe trasformarsi in startup di successo che arrivano a essere quotate in borsa — pensate a Facebook e Twitter. La manifestazione capitolina sarà al Tempio di Adriano, a partire dalle 18:30 di venerdì per concludersi alle 21:00 di domenica. Le registrazioni sono aperte a sviluppatori, designer ed esperti di pubbliche relazioni.