Il Premio Marzotto raddoppia il suo valore, superando i 2 Milioni di euro per l’edizione 2016 e aggiunge il Premio Speciale IngDan Far East Development. Il 25 novembre 2016 le eccellenze dell’Industry 4.0 Made in Italy finaliste del Premio Speciale IngDan avranno l’opportunità di confrontarsi con la giuria di IngDan all’interno di una location unica, il Mercato Centrale Roma, un’area appena riqualificata a tempio delle eccellenze del food Made In Italy.

I 10 vincitori potranno esporre presso gli IngDan Experience Center di Pechino, Hong Kong, Shenzhen e Chongqing. Un IngDan Experience Center è uno spazio di 1000 mq dove vengono esposti i prodotti delle eccellenze IoT provenienti da tutto il mondo che IngDan aiuta a crescere e scalare sui mercati internazionali.

I prodotti esposti possono essere provati gratuitamente per permettere ai consumatori di scoprire facilmente l’esperienza che l’Internet of Things ha da offrire. Grandi personalità del mondo business e dell’ecosistema tech internazionale hanno visitato gli Experience Center in Cina, come Tim Cook, CEO di Apple, Satya Nadella, CEO di Microsoft, Jack Ma, CEO di Alibaba, David Rowan, Editor di Wired UK e George Hotz, noto hacker informatico, a testimoniare la grande forza mediatica che questi luoghi di aggregazione attirano a sé.

All’interno degli immensi spazi espositivi i vincitori del premio speciale Marzotto IngDan avranno la possibilità di promuovere prodotti, fare focus group, organizzare business meeting con distributori e produttori di hardware. Tutto ciò permetterà di ottenere feedback per migliorare il loro prodotto e renderlo pronto per la commercializzazione su scala mondiale partendo dalla Cina, il mercato con la più alta crescita della domanda di prodotti tecnologici al mondo.

Grazie alla collaborazione con IngDan Italia sono stati raccolti quasi 2000 progetti IoT. Il risultato, come evidenzia Marco Mistretta, Country Manager Italia di IngDan, è la più completa e aggiornata fotografia che conferma come l’Italia sia tra i più variegati al mondo in quanto a settori di sviluppo: dal quadro generale emerge che il 3D Printing fa tendenza, con nuovi metodi di modellazione del materiale che cambiano anche i processi produttivi delle nuove imprese 4.0. A ruota seguono le rivoluzioni in campo salute e fitness che rivoluzioneranno il modo di vivere e di controllare malattie e disturbi. E dato che l’Italia è la patria del buon cibo, non potevano mancare startup e progetti rivolti a cambiare i metodi di agricoltura e di alimentazione. Ma non c’è solo questo: la robotica è un settore in tremendo sviluppo, tanto da guadagnare sguardi interessati dall’estero, e poi c’è l’home automation, il settore automotive, i droni, le soluzioni per ambiente ed energia e moltissimi altri settori a cui le startup si stanno rivolgendo per modificare completamente ogni ramo delle nostre abitudini, con uno scenario che cambia continuamente.

Di seguito i progetti finalisti:

ADPM Drones | Industrial Drones | Roma
aGrisù | Environment IoT | Torino
Chromo4Vis | Medical Tech for biotechnology | Roma
D-Heart | Medical Tech for health | Genova
Environ&metrY | IoT for Environmental services | Bergamo
everywa.re | IoT for ICT | Torino
Felfil | Hardware for Social Innovation | Torino
iXOOST Artistic Audio | Mechatronics for electronics | Modena
LYBRA | Clean Energy | Milano
ONO 3D Printer | Hardware for 3D printing | Roma
Panoptes 360° | Industrial Mechatronics | Roma
Sistemi Ottici per l’Imaging Spettrometrico | AgroFood for nutrition | Torino
Smart-Dom | Cleantech Electronics | Ravenna
SMASH, Smart sharing | IoT for ICT | Roma
WelcoSystem | IoT Electronics | Milano
Wenda srl | IoT Agrofood | Bologna
XSpectra | Industrial Mechatronics | Milano