STAEDTLER ha concepito The Pencil, presentata come un’idea per il prossimo Natale in una confezione-regalo dedicata: è una matita multi-funzione che può essere utilizzata sia sulle superfici capacitive, sia sulla carta. Se da un lato è uno strumento tradizionale prodotto in WOPEX, dall’altro è una stilo compatibile con tablet e smartphone — che non discrimina fra i sistemi operativi. Il set per 39,50€ (consigliati) comprende tre “pennini” e un accessorio che include una clip in alluminio, una gomma e un temperamatite integrati.

Ho deciso di parlare del prodotto perché penso che The Pencil sia una buona intuizione: per lavoro, infatti, utilizzo spesso un taccuino. Esistevano già delle biro per scrivere sulle superfici capacitive, ma non avevo ancora saputo di matite che svolgessero la stessa funzione. Realizzo sempre la prima bozza dei siti web sulla carta con tutti i dettagli sulle dimensioni e i colori, però preferisco prendere appunti col tablet dove installo le applicazioni adatte alla registrazione audiovisiva. STAEDTLER offre un connubio perfetto.

Silvio Gulizia non è d’accordo – perché, secondo me, approccia il problema dalla prospettiva sbagliata – ma il futuro è negli ibridi: come un tablet può arrivare a sostituire un desktop, così le matite possono scrivere indifferentemente su qualunque superficie analogica o digitale. Ritenete che il cartaceo sia destinato a scomparire? Resterete delusi, quanto i broadcaster televisivi che tuttora aspettano la chiusura delle emittenti radiofoniche. Fondere le esperienze è il compromesso ideale e The Pencil ha un design intrigante.