Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, Spotify starebbe pensando di lanciare una sfida a YouTube lanciando un servizio di streaming video parallelo a quello musicale.

La notizia sembrerebbe suffragata inoltre dal fatto che Spotify ha in programma un evento il 20 maggio, a New York, nel quale ha dichiarato verranno presentato solo novità. Secondo quanto dichiarato dal Wall Street Journal, Spotify starebbe già dialogando con compagnie specializzate nella realizzazione di video per YouTube per la produzione di video inediti come fatto da altri servizi come Netflix.

Dopo essersi conquistata una importante fetta di mercato per quel che riguarda la musica digitale, ora dunque la società svedese sembra intenzionata ad ampliare i propri orizzonti e dire la sua anche nel campo video. Una scelta che ha tutta l’aria di essere una sorta di contromossa per rispondere all’imminente piattaforma di musica in streaming targata Apple (Beats), che dovrebbe essere presentata in una conferenza della mela morsicata prevista a inizio giugno.

Per stimolare l’avvio di questa vociferata piattaforma video, Spotify potrebbe avvalersi dei dati delle abitudini di ascolto degli utenti della piattaforma musicale (con 60 milioni di iscritti, di cui 15 milioni abbonati). Dopo un 2013 che ha registrato perdite pari a 57,8 milioni di dollari, è evidente che la società puntare ai video non solo per allargare la sua offerta, ma anche per incrementare i ricavi che ultimamente faticano ad arrivare.