Spotify non supporterà più Windows Phone: ad annunciarlo è stato lo stesso servizio di streaming musicale più utilizzato del momento, tramite alcune e-mail inviate dagli sviluppatori agli utilizzatori dell’applicazione per gli smartphone di casa Microsoft.

Attualmente, l’app Spotify per Windows Phone è ancora disponibile su Windows Store, ma non per molto: benché sia ancora possibile continuare ad utilizzarla, se già installata sul dispositivo, gli sviluppatori fanno sapere che non vi saranno aggiornamenti futuri, né, probabilmente, sarà possibile scaricarla dallo Store.

È una brutta notizia per gli utenti Windows, considerando che non è dato sapere se verrà sviluppata una nuova applicazione di Spotify per Windows 10 Mobile; gli sviluppatori affermano che se dovessero esserci sviluppi e novità, sarà Spotify stessa ad avvisare gli utenti tramite una notifica riguardante un eventuale aggiornamento, ma per adesso, sembra essere finita la breve vita dell’app Spotify sui Windows Phone.

È unicamente nel 2011, ben due anni dopo la release dell’app per dispositivi Android ed iOS, che Spotify rilascia l’applicazione per Windows Phone e solo nel 2013 viene aggiornata per la versione 8.x dello stesso. Considerandone gli aggiornamenti quasi biennali, dunque, forse non ci si poteva aspettare il contrario da Spotify.

È una scelta azzardata, quella dell’azienda di streaming musicale svedese: essendo una delle applicazioni più utilizzate ed uno dei brand di punta del web, decidere di sospendere i rapporti con Windows Phone potrebbe non essere una buona mossa, specialmente considerando che un altro popolare servizio musicale sui dispositivi di casa Microsoft, MixRadio, ha chiuso recentemente i battenti.

Per questo è più probabile pensare che Spotify svilupperà in futuro una versione universale per i Windows Phone, onde evitare non solo di generare malcontenti tra gli utenti, ma anche di non perdere la sostanziosa fetta di mercato che rappresentano gli utilizzatori dei dispositivi targati Microsoft.