Spotify ha fatto sapere di essere al lavoro sulla produzione di una serie TV da 12 episodi che sbarcherà sulla sua piattaforma streaming alla fine della prossima estate.

Gli show spazieranno su argomenti quali musica e cultura pop, e saranno incentrati fondamentalmente su tre temi principali: performance musicali, profili musicali e cultura musicale, con episodi dalla durata massima di quindici minuti.

Questi nuovi contenuti arrivano solo un anno dopo che Spotify ha portato all’interno dell’app i videoclip presi dai canali Comedy Central ESPN, MTV. Ora la società svedese compie un passo in avanti ancora più importante e decisivo, proponendo una programmazione originale, con le serie TV punto di riferimento, una serie di documentari legati alla storia della musica e i Rush Hour, che mettono due artisti a duettare su una scaletta di canzoni che devono cantare dal vivo.

Per la serie TV Spotify ha assunto alcuni attori e produttori famosi, come Tim Robbins, che produrranno una serie in stile monkumentary su un concorso per diventare il nuovo fenomeno della dance music. La prima infornata di 12 episodi sarà focalizzata sulla musica, e Spotify intende parlare con gli artisti per capire se è possibile incorporare questi prodotti video negli album di prossima uscita.

Non esiste ancora nessuna data di uscita, e per ora si parla di un generico estate-autunno 2016. La società ha inoltre confermato che ogni serie sarà disponibile a pagamento per tutti gli utenti e gratuitamente nei territori di Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e Svezia.