Spotify ha recentemente acquisito Niland, startup francese specializzata in intelligenza artificiale applicata in campo musicale. Una new entry che potrebbe migliorare l’esperienza d’uso della popolare piattaforma di musica streaming.

Ad annunciare l’acquisizione la stessa società svedese tramite un comunicato stampa ufficiale con ha rivelato che sfrutterà la tecnologia sviluppata da Nilad per migliorare le raccomandazioni, ovvero quei suggerimenti musicali che la piattaforma invia ai suoi utenti in base ai loro gusti. Grazie alla IA di Nilad Spotify migliorerà anche le sue ricerche.

Nello specifico dell’accordo commerciale Spotify non ha voluto rivelare i dettagli economici, e quindi non è risaputo al cifra per la quale il colosso svedese ha acquistato la piccola società Nilad. Ora però si apre un nuovo spiraglio sul fronte competitor: con questa miglioria nelle raccomandazioni, infatti, Spotify si appresta a rafforzare la concorrenza ad Apple Music, il servizio di musica streaming della mela morsicata, che già da diverso tempo sta “rubando” utenti alla società svedese guadagnando ogni giorno sempre più terreno.

Siamo felici – si legge nel comunicato – di accogliere la startup Nilad nella famiglia di Spotify. Nilad ha cambiato il gioco per il modo in cui la tecnologia IA può ottimizzare le funzionalità di ricerca musicale e le raccomandazioni. [...] Il team di Nilad si unirà al nostro ufficio di New York e aiuterà Spotify a continuare a innovare e migliorare le raccomandazioni e le tecnologie di personalizzazione, portando sempre più scoperta musicale in aiuto a fan a artisti.
Il loro approccio innovativo ai sistemi di raccomandazione basato su AI e sistemi di apprendimento automatico è perfetto per la squadra di Spotify.