Cos’è lo speed dial? Una specie di anteprima relativa a quanto cercato con il browser. Lo faceva Opera, l’ha “rubato” Google ed ora si appresta a sperimentare la cosa anche Firefox di Mozilla. Vediamo come. I browser tendono a copiarsi e rincorrersi, offrendo agli utenti dei servizi “uguali tra loro”. Uno di questi è lo speed deal, cui da anni sono abituati gli utenti di Opera.

In pratica, aprendo un nuovo tab, una nuova finestra o una nuova scheda di dialogo con il browser, appaiono in anteprima al centro le pagine più frequentemente visualizzate con lo stesso browser.

Google ha pensato bene di sfruttare l’idea di Opera e di proporla ai suoi utenti all’interno di Chrome. Adesso anche Mozilla ha deciso d’integrare lo speed deal in Firefox. L’aggiornamento alla versione 10 che in questi giorni è stato rilasciato nella versione stabile, non ne è provvisto.

Mentre si può gustare un assaggio dello speed deal di Firefox, sbirciano le versioni Nightly Build del browser che vanno dalla versione 13.0 Alpha in poi. Oppure si può usare un piccolo trucco digitando delle righe di codice nella barra degli indirizzi.

La configurazione dello speed deal non è complessa ma per popolare le thumbnail sarà poi necessario visitare qualche sito e riavviare più di una volta il browser.