Le città si stanno evolvendo, diventando sempre più smart, e la nuova panchina fotovoltaica Soofa è un esempio di come oggi possa diventare estremamente semplice ricaricare la batteria di smartphone e  tablet. Il progetto Soofa, infatti, promette di rivoluzionare il nostro rapporto con l’ambiente e offrire uno strumento utilissimo per la ricarica dei nostri gadget tecnologici, mentre ci troviamo in un parco o giardino della città.

In questi ultimi anni abbiamo assistito a tantissimi progetti interessanti, che combinano tecnologia e rispetto dell’ambiente. Quello realizzato da Charging Environments, azienda di Boston, porta con sé la possibiltà di produrre energia pulita, grazie a pannelli fotovoltaici integrati e che permettono di ricaricare smartphone e tablet, tramite una presa USB.

La panchina hi-tech Soofa è un’idea innovativa e che è stata presentata lo scorso giugno in occasione del White House Maker Fair, evento che ha celebrato la rinascita del settore manifatturiero statunitense. Attualmente, sono state installate 12 Soofa a Boston in aree verdi, frequentate dai pedoni, e il successo riscontrato fa ben sperare per l’arrivo di ulteriori installazioni sul territorio statunitense. Le panchine, oltre a fornire corrente elettrica, permettono di monitorare la qualità dell’aria e l’inquinamento acustico.

Le potenzialità di questo progetto sono elevate, dal momento che potrebbero venir integrate la connettività WiFi, per offrire connessione internet gratuita, e un sistema di geolocalizzazione, che permetterebbe di individuare la posizione di ogni panchina tramite un’app mobile, in stile Google Maps, sviluppata ad-hoc e non, solamente, tramite il sito web. Da ora in poi, seppur ci troveremo lontani da una presa elettrica, basterà trovare una panchina Soofa per ricaricare il nostro smartphone.