Vi ricordate l’azienda Sony? Bene, quell’azienda, adesso, potete dimenticarla perché non è più leader in alcun settore e si tiene a galla soltanto grazie al settore videogame dove si continuano a sviluppare consolle molto competitive. 

Sony non sta sicuramente attraversando la fase migliore della sua vita aziendale visto che nell’aprile del 2012 ha annunciato ad esempio di voler tagliare circa 1o mila posti di lavoro. Poi c’è stato il tracollo in borsa (altro che Facebook!): le sue azioni sono scese a valori che non si registravano dal 1984, appena 12,79 dollari per azione.

Il clima, in azienda, è abbastanza teso, anche perché sembra che a resistere sia soltanto il comparto Entertainment, quella che mette sul mercato le varie edizioni della Playstation. L’ultima in ordine cronologico è la “3″ che è stata accompagnata anche da una ripresa della vendita di game.

La Sony ha tentato anche la strada della vendita a basso costo della Playstation, ma invece che aumentare i profitti, questi, sono assolutamente diminuiti, passando da 14,3 a 13,9 milioni di consolle venute.

Il futuro, adesso, sembrava fosse affidato alla Psp e soprattutto alla Ps Vita ma a quanto pare anche questo prodotto si è rivelato un flop. Tutto per dire che anche il settore finora “emergente” dell’azienda Sony, sta per colare a picco. Che strategie si possono studiare?