Domani, Sony terrà una conferenza al Mobile Asian Expo (MAE) 2013 dove dovrebbe presentare un nuovo smartwatch: più volte citati nelle indiscrezioni in rete, questi dispositivi non hanno ancora avuto quell’“esplosione” che aspettavamo, ma la multinazionale nipponica ha già un modello in catalogo. Lo SmartWatch costa 99€ ed è compatibile con alcuni device della gamma di Xperia o altri prodotti su Android. Il recente slogan di Sony sostiene che «un possessore di smartphone su tre vuole indossare qualcosa d’intelligente al polso».

Altri rumor sostengono che Sony intenda presentare al MAE 2013 un phablet da 6.4”, però la campagna promozionale dell’azienda – negli ultimi giorni – parrebbe più orientata al wearable computing. Sony rivendica un ruolo centrale nel fenomeno, grazie all’invenzione del Walkman. È davvero così richiesto dai consumatori, lo smartwatch? Personalmente, non conosco nessuno che possegga uno di questi dispositivi… o che abbia manifestato l’intenzione d’acquistarlo nel prossimo futuro. Sono tutti in attesa dell’auspicato device di Apple?

Non saprei determinare quanto gli smartwatch siano effettivamente desiderati dagli utenti e, se non bastasse, dubito che arrivare fra i primi a produrne uno abbia giovato granché a Sony. Esistono dei device con un prezzo contenuto, eppure non sembrano essere arrivati alle masse: servirebbe uno Steve Jobs, per trasformarli in prodotti trendy. Sony riuscirà a promuovere il successore di SmartWatch? Potremo azzardare delle ipotesi soltanto da domani. Nel frattempo, io sarei davvero cauto a scommettere sul successo del dispositivo.