Sony ha confermato le indiscrezioni della vigilia, presentando SmartWatch 2 (SW2) all’inaugurazione del Mobile Asian Expo (MAE) 2013: è un dispositivo “universale”, finalmente, perché compatibile con la maggioranza dei device che installano Android. Uno smartwatch più grande del predecessore, già acquistabile in Italia a 99€, che sarà distribuito in tutto il mondo a partire da settembre. Le due caratteristiche principali di SW2 sono la resistenza all’acqua e il supporto a Near Field Communication (NFC), escluse dai concorrenti.

SmartWatch 2 ha una superficie da 1.6” per 220×176 pixel di risoluzione e promette la durata più longeva della categoria. Il caricamento avviene da Micro-USB, lo standard adottato dall’Unione Europea: la scocca è in alluminio e acciaio inossidabile. Guardando le prime immagini dello smartwatch, io lo trovo particolarmente bello. Non è troppo ingombrante e il display squadrato garantisce la massima visibilità sotto una luce solare piena. Peccato soltanto per la risoluzione, che è inferiore a quella dell’ultimo prototipo di E Ink.

L’interfaccia non utilizza Holo, il tema predefinito di Android, bensì le icone e il layout della Read-Only Memory (ROM) personalizzata da Sony. Nonostante la compatibilità estesa – non è ancora dato sapere con quali versioni del sistema operativo – SW2 è comunque più appetibile per i possessori di Xperia. Apprezzo che l’azienda non abbia pensato soltanto a completare l’ultimo smartphone presentato al MAE 2013, ma preferisco l’esperienza della versione stock di Android. Avrà successo? Dipende dalla probabile risposta di Google.