Sony ha ufficialmente annunciato SmartBand 2, seconda generazione del braccialetto intelligente del colosso nipponico e già anticipato da alcuni rumor nelle settimane precedenti con il nome in codice SWR12.

Come il suo predecessore, anche il nuovo Sony SmartBand 2 permette all’utente di tenere traccia delle chiamate perse, messaggi, e-mail e notifiche dei social network tramite vibrazioni e LED colorati. Quasi una sorta di semi-smartwatch, con l’aggiunta di poter monitorare le frequenze cardiache. Le dimensioni di Smartand 2 sono 40.7 x 15.3 x 9.5 mm per un peso di 25 grammi.

Il bracciale Sony garantisce anche un buona ergonomia grazie ad un cinturino in silicone intercambiabile resistente, nei colori nero, bianco, rosa e indaco. Resistente all’acqua e alla polvere come garantito dalla certificazione IP68. Ovviamente SmartBand 2 non resiste ad immersioni troppo profonde: il bracciale Sony resiste infatti solo fino ad una profondità di 10 metri, e non per più di 30 minuti, e non nell’acqua del mare. Può essere utilizzato mentre si nuota in piscina, ma a patto che venga subito risciacquato usciti dalla vasca. Il device non si limita a registrare attività come la corsa, ma anche il nuoto, oltre a tenere traccia di quantità e qualità del sonno, livello di stress accumulato nella giornata, variabilità del ritmo cardiaco.

Sul fronte software, il nuovo braccialetto per il fitness di Sony è compatibile con il sistema operativo Android 4.4. KitKat e con iOS 8.2 e successivi. Gli utenti Android potranno comunicare con SmartBand 2 tramite l’app apposita o su Sony Lifelog, mentre i possessori di un iPhone dovranno scaricare l’app dedicata. In entrambi i casi, tutte le statistiche delle attività fisiche svolte, così come la frequenza del battito cardiaco, saranno registrate e salvate dal braccialetto, che invia tutto via Bluetooth allo smartphone accoppiato e sincronizzato.

Sony SmartBand 2 è disponibile da settembre al prezzo di circa 119 euro.