Sony ha presentato oggi l’ultima nata della famiglia di fotocamere Cyber-shot RX: la nuova RX10 III (DSC-RX10M3).

Dotata del teleobiettivo zoom 25x con apertura estesa, di un range focale pari a 24-600 mm e di un silenzioso otturatore, questa straordinaria bridge è pensata per i fotografi e videomaker più esigenti, che desiderano immortalare soggetti in rapido movimento, come eventi sportivi, concerti o animali selvatici. Il nuovo modello è in grado di riprodurre contenuti a lunghezze focali particolarmente versatili e con impostazioni che richiederebbero più di tre voluminose ottiche in una fotocamera a obiettivi intercambiabili.

Che si tratti di fotografie o filmati, la combinazione fra sensore di tipo “stacked” da 1,0” e 20,1 megapixeli, luminoso zoom e processore BIONZ X assicura un buon risultato a qualsiasi lunghezza focale. RX10 III unisce la comodità di un teleobiettivo al sensore d’immagine CMOS di tipo “stacked” e al super slow motion fino a 1000 fps. Prsente anche un autofocus estremamente preciso, che consente di mettere a fuoco i soggetti in soli 0,09 secondi, e dal solido corpo macchina, sinonimo di praticità.

Obiettivo ZEISS Vario-Sonnar T
Il fiore all’occhiello della fotocamera è senza dubbio l’innovativo obiettivo ZEISS Vario-Sonnar T. Grazie alla lunghezza focale di 24-600 mm (ingrandimento ottico da 25x), la RX10 III si presta alle più svariate condizioni di scatto, dai paesaggi in grandangolo ai soggetti da teleobiettivo, come eventi sportivi o animali selvatici – il tutto, in un formato altamente compatto. L’obiettivo ad ampia apertura (F2.4-4.0) massimizza la capacità del sensore da 1,0” di ottenere immagini di alta qualità e magnifici effetti bokeh su tutto il range di apertura focale.

L’ottica di nuova concezione comprende otto elementi in vetro ED, inclusi un elemento Super ED e due lenti asferiche ED[vii], che concorrono a compensare le aberrazioni cromatiche spesso causate dai teleobiettivi, per dare vita a fotografie insuperabili per contrasto e risoluzione, in ogni punto e lungo l’intera escursione focale. L’inedita struttura dell’obiettivo contiene una sofisticata lente asferica avanzata (AA), garanzia di prestazioni di imaging eccellenti, a dispetto delle dimensioni ridotte della macchina. Inoltre, con distanza di messa a fuoco minima di 72 cm al massimo dell’estensione (600 mm, pari a un fattore di ingrandimento di 0,49x), il nuovo obiettivo è in grado di restituire immagini tele-macro incredibilmente dettagliate. Il trattamento ZEISS® T* riduce al minimo i bagliori e i riflessi che rischiano di compromettere la qualità dell’immagine in condizioni di luce difficili, mantenendo una riproduzione cromatica fedele e un’impareggiabile nitidezza.

La fotocamera è provvista di nove lamelle di apertura, concepite per creare un cerchio quasi perfetto nell’intera gamma di apertura da F2.4 a F11 e ottenere così morbidi effetti bokeh. Appositamente ottimizzato per il nuovo obiettivo della RX10 III, l’algoritmo Optical SteadyShot si spinge fino a 4,5 stop di stabilizzazione, contrastando efficacemente le vibrazioni, anche durante gli scatti a mano libera con teleobiettivo o in condizioni di scarsa illuminazione.

Tempi di risposta
La bridge RX10 III vanta un sensore CMOS di tipo “stacked” da 1,0” con chip di memoria DRAM retroilluminato per un assorbimento ottimale della luce. In coppia con il processore d’immagine BIONZ X, questa nuova tecnologia permette di contare su un ampio range di sensibilità, da ISO 64 a ISO 12800, e su una bassa rumorosità anche a impostazioni di sensibilità elevate. La struttura a strati colloca il circuito di elaborazione del segnale ad alta velocità a un livello diverso rispetto all’area dei pixel, ampliandolo notevolmente e raggiungendo così una sorprendente velocità di elaborazione. Il chip di memoria DRAM sul retro del sensore acquisisce e memorizza temporaneamente ingenti quantità di dati che possono essere elaborati nell’immediato, consentendo una registrazione in super slow motion fino a 1000 fps.

Con una velocità massima di 1/32000 secondi, l’otturatore elettronico offre prestazioni analoghe a quelle dei modelli meccanici, che non provocano la distorsione delle immagini. La modalità di scatto continuo a 14 fps permette al fotografo di catturare anche i momenti o le espressioni del viso più fuggevoli, ed è supportata da una messa a fuoco automatica fino a 5 fps per offrire una tracciatura accurata delle immagini.

Registrazione di filmati in 4K
La fotocamera RX10 III registra video in qualità 4K a un elevato bit rate nel formato XAVC S, con tanto di lettura completa dei pixel (senza pixel binning). All’atto pratico, significa che è in grado di raccogliere informazioni da un numero di pixel pari a circa 1,7 volte quello richiesto per i filmati in 4K, producendo un effetto di sovracampionamento che esalta i dettagli e riduce al minimo gli effetti moiré e a scalino (jaggies). L’innovativo obiettivo è l’ideale per realizzare filmati 4K tra 24 e 600 mm con estrema versatilità, indipendentemente dalle situazioni di ripresa. Inoltre, il chip d’interfaccia LSI ad alta velocità assiste il processore d’immagine BIONZ X e contribuisce a ridurre notevolmente il fenomeno del rolling shutter, che spesso, nei filmati 4K, altera l’immagine dei soggetti in rapido movimento.

Per un editing dei video professionale, la fotocamera RX10 III supporta un’ampia gamma di funzioni di livello specialistico, fra cui: Profili immagine, S-Gamut/S-Log2, Gamma Display Assist, Funzione Zebra avanzata, uscita HDMI “pulita”, TC/UB, Controllo registrazione, Dual REC e Marker.

Messa a fuoco automatica
Come le precedenti RX10 II ed RX100 IV, la RX10 III è dotata del sistema Fast Intelligent AF, che consente il rilevamento del contrasto ad alta velocità e ad alta precisione di un soggetto in movimento in soli 0,09 secondi. Questo sistema è in grado di prevedere il punto di messa a fuoco, riconoscendo e rilevando il soggetto ancor prima che il pulsante dell’otturatore arrivi a metà corsa.

La versione RX10 III presenta numerosi miglioramenti rispetto agli attuali modelli RX10, ad esempio le tre ghiere pratiche e di facile utilizzo per la messa a fuoco, lo zoom e l’apertura, gestibili direttamente dal lato dell’obiettivo. L’impugnatura – ottimizzata nella forma per adattarsi al nuovo obiettivo ad ampia apertura ed elevato ingrandimento – assicura una presa salda, anche quando la fotocamera è ad altezza occhi. L’innovativo pulsante sul corpo dell’obiettivo consente di fissare la distanza di messa a fuoco con una semplice pressione del dito e può fungere anche da pulsante personalizzato. Infine, per proteggere la fotocamera, sarà disponibile la nuova custodia morbida LCJ-RXJ.

Nuovi obiettivi FE full-frame di Sony: zoom 70-300 mm ad alta risoluzione e obiettivo a focale fissa 50 mm F1.8
Sony ha presentato anche due nuovi obiettivi full-frame per fotocamere ad attacco E: il teleobiettivo zoom FE 70-300 mm F4.5-5.6 G OSS e l’obiettivo a focale fissa 50 mm F1.8.

Con il nuovo zoom FE 70-300 mm F4.5-F5.6 G OSS, le fotocamere Sony α ad attacco E riescono a raggiungere per la prima volta una lunghezza focale di 300 mm, con risoluzione elevata e prestazioni ottiche straordinarie lungo l’intera escursione. L’obiettivo a focale fissa 50 mm F1.8 è invece una soluzione estremamente compatta, leggera e conveniente, il che ne fa la scelta ideale per chiunque voglia imparare a padroneggiare un obiettivo a focale fissa ad ampia apertura a un prezzo ragionevole.

Nuovi obiettivi Sony

Teleobiettivo zoom FE 70-300 mm F4.5-5.6 G OSS
Il nuovo teleobiettivo zoom FE 70-300 mm F4.5-5.6 G OSS (modello SEL70300G) raggiunge una lunghezza focale senza precedenti. L’evoluto schema ottico prevede quattro elementi asferici in vetro, due elementi in vetro ED (Extra-low Dispersion) e la tecnologia antiriflesso Nano AR di Sony, che insieme contribuiscono a eliminare qualsiasi problema di aberrazione sferica, distorsione e aberrazione cromatica, per scatti e riprese video ad alta risoluzione impeccabili.

I risultati sono eccellenti anche nei primi piani, con distanza di messa a fuoco minima inferiore ai 90 cm e un fattore di ingrandimento massimo di 0,31x: l’ideale per fotografie tele-macro. Queste stesse caratteristiche sono inoltre alla base della sorprendente nitidezza assicurata in ogni punto dell’immagine.

Il sistema di stabilizzazione d’immagine Optical SteadyShot integrato aiuta a ridurre le vibrazioni della fotocamera, facilitando le riprese a mano libera. In aggiunta, il nuovo SEL70300G è dotato di un attuatore lineare, che rende veloce, fluido e silenzioso l’autofocus e, grazie alla resistenza a polvere e umidità, si rivela affidabile anche nelle condizioni più difficili all’aperto.

Obiettivo a focale fissa FE 50 mm F1.8
Il “tradizionale” obiettivo a focale fissa FE 50 mm F1.8 (modello SEL50F18F) concentra, in soli 186 g di peso, performance elevate, compattezza e convenienza: la soluzione perfetta per gli appassionati di fotografia e video, che desiderano un obiettivo a focale fissa ad ampia apertura dal prezzo contenuto.

Il nuovo schema ottico presenta un elemento asferico in grado di compensare qualsiasi forma di aberrazione, per immagini nitide e di qualità. L’apertura circolare massima F1.8 consente poi di ottenere morbidi effetti “bokeh” attorno al soggetto. Il resistente attacco in metallo è infine garanzia di resistenza nel tempo.

Il nuovo teleobiettivo zoom FE 70-300 mm F4.5–5.6 G OSS e l’obiettivo a focale fissa FE 50 mm F1.8 saranno disponibili dal mese di aprile.