Sony amplia la sua gamma di videocamera 4K con la compatta FDR-AX33 con stabilizzatore d’immagine Balanced Optical Steadyshot e funzioni manuali versatili.

La videocamera Sony FDR-AX33 – insieme alla sorella FDR-ASP33 – permette agli utenti di registrare con risoluzione 4K e visualizzare i contenuti su un televisore ultra HD tramite una  connessione HDMI (cavo fornito in dotazione). Il modello FDR AXP33 ha anche un proiettore integrato. È inoltre possibile effettuare il “trimming” delle immagini 4K dai frame video selezionati e ingrandire o tagliare una determinata porzione in qualità Full HD, eseguendo le regolazioni con l’apposita icona sul display o con la leva dello zoom.

La nuova FDR-AX33 è dotata del sistema di stabilizzazione Balanced Optical SteadyShot (B.O.S.S.) di Sony, che assicura immagini fluide e nitide anche nelle riprese a mano libera o nelle veloci panoramiche. La registrazione in formato XAVC S avviene con un bit rate di 100 Mbps. Dotata di dimensioni estremamente compatte, la FDR-AX33 consente di personalizzare le diverse funzioni di livello professionale in modo semplice e intuitivo. La ghiera manuale sull’obiettivo serve a gestire l’apertura del diaframma, la messa a fuoco e lo zoom, oltre al bilanciamento del bianco e alla regolazione dell’esposizione, mentre la slitta compatibile ISO, posta sulla parte superiore dell’apparecchio, permette di collegare accessori quali un flash esterno o un microfono.

Presente anche il mirino elettronico (EVF) che visualizza le inquadrature con una definizione superiore rispetto ai modelli precedenti. Disponibile anche uno schermo LCD Xtra Fine da 3,0″ WhiteMagic. Disponibile anche il software di editing Highlight Movie Maker, installato nella videocamera, che seleziona i momenti chiave di una ripresa e li assemblea per creare mini-filmati, con tanto di effetti di transizione e musica di sottofondo, da condividere sui social media attraverso uno smartphone.

La Handycam 4K FDR-AX33 può essere prenotata online sin da ora e sarà disponibile nei negozi a partire da maggio 2015.