Si chiamo Sonos Play:3 e figura come un dispositivo per ascoltare in streaming la musica. Prima di approfondire le caratteristiche dello strumento, ricordiamo che in questa settimana abbiamo già presentato un sistema analogo, adatto agli utenti di Linux. Per chi utilizza il sistema operativo Ubuntu, c’è il servizio Ubuntu One Mobile che consente di sincronizzare la play list che abbiamo sulla perifica di archiviazione con il dispositivo mobile così da poter avere sempre con noi la nostra musica e ascoltarla ovunque.

A quanto pare non è l’unico strumento studiato per raggiungere l’obiettivo dello streaming.

Oggi presentiamo un’altra chicca: Sonos Play:3 che già dal nome sembra uno strumento molto particolare.

Senza farne una questione di naming ma a che si riferiscono quei due punti? I lettori più curiosi potranno approfondire l’argomento.

Quel che più interessa a noi sono le caratteristiche e le peculiarità tecniche dello strumento e partiamo sempre dal prezzo che comunque è un argomento sensibile.

Per comprare un Sonos Play:3 servono ben 329 dollari, siamo lontani dagli strumenti grautiti per Ubuntu.

Il player, piazzato ovunque, può essere collegato a Smartphone, tablet o computer e recuperare i file audio presenti nei dispositivi.

Se lo si volesse usare come stereo, si potrebbe addirittura montarlo sulla parete. Oppure si possono fissare al muro soltanto gli speaker. A scelta del consumatore.

Interessanti sono i sensori interni che in base all’orientamento del Sonos Play:3 modificano l’output.