Nell’epoca dei social network, in Italia, qualcuno ha ben pensato di passare dalla condivisione delle proprie serate in discoteca a qualcosa di ben più utile ed edificante per l’umanità: l’energia solare.

Stiamo parlando di Solar Share, un servizio che permette di condividere a distanza l’energia solare prodotta dall’impianto di pannelli fotovoltaici “La Masseria del Sole” sito a Lecce. La rete, denominata energy network e promossa da LifeGate in collaborazione con FroGreen, è già attiva e attualmente coinvolge 121 famiglia distribuite sul territorio nazionale.

Tutta l’energia prodotta dall’impianto viene fornita direttamente alla casa dell’utente che ha aderito al servizio, annullando di fatto le distanze geografiche. Anche se la casa da alimentare si trova, ad esempio, a Milano e l’impianto è a Lecce, non c’è nessun problema: l’energia arriverà a destinazione. Finora La Masserie del Sole ha inviato energia solare in 13 regioni italiane: Veneto 53 famiglie, Lombardia 42, Piemonte 8, Emilia Romagna 4, Liguria 3, Trentino Alto Adige 2, Umbria 2, Toscana 2, Puglia 2, Lazio 1, Sardegna 1, Friuli Venezia Giulia 1, Abruzzo 1.

Dunque, un utente – a prescindere dal tipo di abitazione in cui abita – può usufruire dell’energia elettrica generata dall’impianto fotovoltaico anche se questo si trova a distanza; nello specifico a Lecce. In questo modo si ha accesso ad energia rinnovabile, pulita, e con evidenti vantaggi anche per il proprio portafogli.

Come aderire al progetto? Chiunque può partecipare all’iniziativa. È sufficiente acquistare il numero di quote necessarie a coprire il fabbisogno energetico della propria abitazione e successivamente comprare un contatore di energia elettrica. Sul capitale investito, inoltre, sono previsti interessi annui, e in caso venisse consumata meno energia di quella prevista dalla quote acquistate, verrà riconosciuto un conguaglio alla fine dell’anno.

L’Italia non è però la prima ad aver adottato questo modello di energia verde condivisa: in Belgio, ad esempio, esiste la Cooperativa Ecopower che ha oltre 45 mila soci, 25 MW di impianti installati e 95 milioni di chilowattora all’anno di energia verde prodotta. Anche in Germania ci sono 80 mila famiglia che fanno parte di cooperative di auto produzione di energia rinnovabile. Oltre a Solar Share, in Italia esiste anche la Cooperativa Energyland di Verona, attualmente composta da 100 famiglie.