Si sente parlare sempre più spesso di social con riferimento all’uso che si fa dei social network e alla presenza su questi spazi di realtà aziendali molto variegate. A farla da padrone sarebbe il settore sportivo, ma perché?

La tv sociale, interattiva, quella che è in grado di coniugare la visione di un certo evento, di un film o di un altro prodotto televisivo con la possibilità di sharare commenti e opinioni a riguardo, è molto in voga in America. Qualcuno Oltreoceano ha intuito la portata rivoluzionaria di questa integrazione.

La social tv – nel tempo – si è scoperta particolarmente legata al mondo sportivo, agli eventi trasmessi in live streaming sul piccolo schermo, pronti ad essere commentati sui social network che amplificano la portata dell’evento stesso.

Tutto nasce dalla voglia innata negli uomini di sentirsi sempre parte di una comunità, per esempio quella di Twitter che si è qualificato come strumento principe per commentare.

Oggi, molte televisioni, cercano di studiare dei format per migliorare l’integrazione e il contatto con gli utenti, anche e soprattutto con quelli che guardano la tv dai loro smartphone. Per esempio su Channel4, questo è l’esempio classico, ci sono dei game show rivolti a chi è connesso tramite smartphone o tablet o a chi sta interagendo tramite la connessione a Facebook.