L’altro giorno mi sono imbattuto in questa interessante infografica realizzata da WhoIsHostingThis. Non ha potuto non pormi la domanda: Davvero i social network ci rendono psicopatici? Considerando com’è cambiata la nostra vita negli ultimi sei anni, con l’apertura a tutti di Facebook, la diffusione di Twitter e l’avanzata di LinkedIn, a cui va aggiunta quantomeno la nascita e la crescita di Instagram, Google Plus e Pinterest, tocca ammettere che sì, almeno io, mi sento un po’ più schizofrenico da quando uso ogni giorno mille social network.

Andiamo per punti:

  • qualunque stupidaggine ci passi per la testa diventa pubblica nel giro di pochi istanti;
  • la nostra immagine è pubblica è siamo costretti a preoccuparcene, con qualcuno che finisce con l’utilizzare strumenti come Mention per tenere traccia di ciò che si dice di lui sul web;
  • facciamo lunghe discussioni su Internet con amici e perfetti sconosciuti, discussioni che non abbiamo mai fatto dal vivo;
  • non usiamo più il telefono se non per messaggiare gli amici;
  • viviamo meno gli eventi a cui prendiamo parte perché siamo impegnati a fare foto o ad aggiornare i nostri follower su Twitter;
  • siamo costantemente alla ricerca di nuovi amici per far crescere il numero di nostri follower perché se anche non conta chi c’ha il Klout più grosso tutti siamo interessati ai trucchi per avere un Klout più alto;

Si potrebbe continuare la lista aggiungendo diverse altre cose, ma non voglio annoiarvi. La verità è che se i social network hanno cambiato la nostra vita in meglio l’hanno fatto solo in parte, e nell’altra parte l’hanno invece peggiorata.

Infografica pericoli social network