Facebook, col suo miliardo molto abbondante di utenti, è ancora il social che fa da traino a tutti gli altri. In generale però, i social network ormai sono un fenomeno più che planetario: un cittadino del mondo su sette utilizza una piatta forma social almeno una volta al mese.

L’analisi arriva dalla società  di ricerche di mercato eMarketer, secondo la quale, nel mese di ottobre, circa 1,61 miliardi di persone utilizzare un sito di social networking, come Facebook, Google+, Instagram o Twitter. L’aumento rispetto all’anno prima è di quasi il 15%: la previsione degli analisti è che nel giro di quattro anni, la popolazione mondiale “social” possa arrivare a due miliardi e mezzo di utenti complessivi.

Alla faccia degli utenti in fuga, che pure ci sono: il fenomeno sta contagiando anche i paesi in via di sviluppo. L’India, per esempio, ha mostrato quest’anno la percentuale di crescita più alta (37,4%), seguita dall’Indonesia (aumento del 28,7%) e dal Messico (21,1%). Eppure dove il regno dei social sono i paesi ricchi:  l’Olanda è quello con la più alta penetrazione dei social network (utilizzati dal 63,5% della popolazione). Al secondo posto c’è la Norvegia, con il 63,3%.

L’Italia, con il 34,4%, tra i paesi occidentali è uno di quelli con i numeri meno altisonanti.