Pensereste mai di associare il nome di una modella a quello di una imprenditrice startupper? Ebbene sì è Lily Cole. Ve la ricorderete immortalata da Terry Richardson nell’edizione 2010 del calendario Pirelli, proprio lei sta fondando un social network altruistico che incoraggerà le persone a offire servizi e competenze gratis e senza chiedere nessun’altra attività in cambio. Un sistema alternativo che punta alla costituzione di comunità basate sul volontariato comune e unite dalla rete. Una sorta di banca del tempo online, si chiama Impossible.com e il lancio sarebbe imminente.

A pensarci bene, chi più di una modella e attrice potrebbe sentirsi imprenditrice di se stessa?! La Cole, viso da bambola, chiamata così per il suo viso fresco e pulito, era stata recentemente avvistata con il fondatore di Twitter Jack Dorsey. Chissà come mai, si sono chiesti tutti, pronti ad affibbiarle l’ennesimo flirt questa volta non con il belloccio di turno, vedi Jude Law, ma udite, udite, con un nerd e che nerd! Uno dei 35 innovatori più importanti al mondo under 30 secondo il Massachusetts Institute of Technology.

Evidentemente la Cole cercava qualche suggerimento per il suo nuovo progetto proprio da uno che di social network se ne intende. Infatti, sembrerebbe che la modella inglese abbia già tentato più volte di lanciare il progetto investendo e perdendo parte dei suoi investimenti, questa volta invece, grazie ad un nuovo team pensa che il prossimo lancio sarà un successo, e vista la bellissima iniziativa anche io me lo auguro.

Il fatto che alcune persone possano spendersi per qualcun altro solo per la gioia di aiutare e vedere questo qualcun altro felice è un gesto di un enorme valore sociale, in un mondo dove tutto è mosso dal denaro. Vi ho già parlato di sistemi del genere citando Kiva e poi la Cole non è certo la prima del mondo dello spettacolo a investire nel web, prima di lei l’ha già fatto Ashton Kutcher, ex di Demi Moore, con Spotify e Airbnb.

photo credit: audiovisualjunkie via photopin cc