Su Facebook di tormentoni ce ne sono tanti, a cadenza quasi giornaliera. Ricordate quello del famoso “tasto non mi piace”? Quella era una bufala. Invece Bitstrips, l’applicazione che sta spopolando sul social più noto al mondo, non lo è.

Manager, giornalisti, avvocati, ingegneri, utenti semplici, donne e uomini: il virus ha contagiato tutti. Di cosa si tratta: sostituire se stessi con un’immagine fumettistica, quasi caricaturale. Nata da un’idea di Cartoon Network,  Bitstrips è stata sviluppata nel 2008 da Bitstrips Inc. Il suo successo però si è risvegliato negli ultimi mesi grazie al rilascio dell’applicazione per dispositivi Android e iOS che ha permesso all’app di essere scaricata ed utilizzata da più di dieci milioni di utenti in tutto il mondo.

Con  Bitstrips è possibile creare il proprio avatar in versione fumetto e inserirlo all’interno di scenette in cui potrai far comparire anche altri tuoi amici iscritti all’applicazione. Fra le curiosità, è possibile rendere ancora più godibili le scenette inserendo al loro interno didascalie personalizzate. Per scaricare Bitstrips è disponibile il download gratuito sia per Android sia per iPhone.

Ora, non sappiamo il tormentone quanto durerà. Ma se Facebook, secondo gli esperti, sta diventando il social adatto più che altro ai nostri genitori, milioni di utenti che si vogliono divertire come bambini ci sono eccome.