Il social business  può rendere più felici, collaborativi  e produttivi i dipendenti. Era Luglio 2012 quando il McKinsey Global Institute pubblicava i vantaggi di utilizzare un social network aziendale.

Dallo stesso studio risultava che le tecnologie sociali utilizzate all’interno dell’azienda fossero potenzialmente due volte più efficaci rispetto alle attività sui social media rivolte verso l’esterno, e che inoltre avrebbero potuto migliorare del 20-25% la produttività.

Microsoft cantava vittoria, solo un mese prima infatti, Giugno 2012, Microsoft aveva appena fatto quello che sembrava uno degli acquisti più significativi del periodo: 1 miliardo virgola 2 milioni di dollari per Yammer, un social network nato per mettere in contatto colleghi di lavoro, sparsi nelle varie parti del mondo.

E’ di poche ore fa la notizia che Yammer è stato integrato come unico social tool dentro Office 365. Un anno dopo la sua acquisizione. Quanto influirà positivamente nelle aziende l’introduzione del Social Business? Richard Hughes, Direttore della Strategia Sociale presso BroadVision, ci svela qualche falso mito.

Mito: Ogni azienda avrà dei benefici usando i social network per le aziende.
Realtà: Ogni azienda avrà dei risultati diversi.

Infatti solo un’azienda in cui si avrà voglia di condividere la conoscenza e le informazioni il social business avrà realmente successo. Soprattutto se i dipendenti sono dislocati geograficamente. Se i dipendenti sono tutti nella stessa sede tenderanno a comunicare a voce.

Mito: I social network per le aziende sostituiranno le email.
Realtà: Questa affermazione è parzialmente vera, ma in modo diverso da quanto ci si aspetterebbe.

In realtà, i social network generano un numero non indifferente di notifiche email. L’obiettivo è di spostare le discussioni tra collaboratori e tutto ciò che riguarda la conoscenza aziendale, fuori dalle inbox verso i social network, garantendo una maggiore accessibilità e lasciando alle email solo la funzione di notifica.

Mito: Facebook (o Twitter) serve al business.
Realtà: Non è così, ed è giusto che non lo sia.

I contenuti condivisi su Facebook e Twitter sono ben diversi da quelli condivisi sul social network aziendale. Se vi perdete le istruzioni per eseguire una procedura campale per il vostro lavoro, è un problema diverso dal non vedere l’ultima foto rocambolesca del gatto del vostro collega.

Mito: L’adozione del social business è virale.
Realtà: Forse sì, ma non per molto tempo.

Perché la piattaforma sociale possa dare i risultati sperati e possa realmente essere utilizzata per lavorare, l’azienda deve inizialmente implementare una strategia ben precisa che permetta di sfruttare al meglio la piattaforma tecnologica con dei chiari obiettivi aziendali.

Altri consigli per rendere il vostro ufficio smart, arrivano da Silvio Gulizia.

photo credit: xGrape via photopin cc